Home » Salute e Alimentazione

Salute e Alimentazione

il Broccolo e il suo valore nutritivo

il Broccolo e il suo valore nutritivo - SIMG Trapani

ILBROCCOLO: UMILE MA  RICCHISSIMO

 Il broccolo è un alimento ricco di acqua, povero di calorie (34 ogni 100 g), grassi e zuccheri, a basso indice glicemico e con un buon apporto di fbre e proteine, vitamine e Sali minerali. Particolarmente abbondante la vitamina C, potentissimo antiossidante, cofattore essenziale nella sintesi di proteine e ormoni, che contribuisce alla protezione delle cellule dallo stress ossidativo, alla normale funzione del sistema immunitario

 Appartiene alla famiglia delle Crocifere (o Brassicaceae) di cui fanno parte cavoli, cavolfori, rape, verze, cavoletti di Bruxelles, ravanelli e rucola. I broccoli sono particolarmente ricchi di sulforafani, glucosinolati e altri antiossidanti. Chimicamente i sulforafani sono degli isotiocianati che contengono nella loro struttura un atomo di zolfo,responsabile del caratteristico odore prodotto dalla cottura troppo prolungata del cavolo e dei suoi cugini appartenenti alla famiglia delle crucifere.

 TUTTE LE RICCHEZZE DEL BROCCOLO

  Il broccolo è un alimento ricco di acqua, povero di calorie (34 ogni 100 g), grassi e zuccheri, a basso indice glicemico e con un buon apporto di fbre e proteine, vitamine e Sali minerali.

 Particolarmente abbondante la vitamina C, potentissimo antiossidante, cofattore essenziale nella sintesi di proteine e ormoni, che contribuisce alla protezione delle cellule dallo stress ossidativo, alla normale funzione del sistema immunitario (anche durante e dopo l’esercizio fsico intenso), alla formazione di collagene, al metabolismo energetico, alla funzione del sistema nervoso, alla riduzione dell’afaticamento e all’aumento della biodisponibilità del ferro alimentare.

  Il broccolo contiene anche discrete quantità di vitamina K, essenziale perla coagulazione del sangue ma anche utile a prevenire l’osteoporosi. Bassi livelli di vitamina K sono associati ad un elevato rischio di fratture ossee e 100 g di broccoli forniscono oltre il 100% del fabbisogno giornaliero di questa vitamina. Presenti anche i folati(vitamina B9), elementi essenziali per la normale funzione cellulare e per la crescita dei tessuti, con la proprietà diridurre la stanchezza sia fsica I broccoli contengono anche notevoli quantità di sali minerali, soprattutto potassio, fosforo e calcio, ma anche altri elementi che andremo ad analizzare.

  Il potassio è essenziale nel controllo della pressione sanguigna, nella salute cardiaca, nella trasmissione nervosa e nello scambio idro-salino a livello cellulare; il fosforo è elemento strutturale delle ossa e dei denti e supporta il sistema immunitario; il calcio è il minerale più abbondante nel nostro organismo importante per ossa, muscoli e nervi.

 Uno dei composti presenti nel broccolo più studiati è il sulforafano, dotato di numerose proprietà. Ricercatori dell’università britannica di Warwick hanno effettuato dei test per verifcare gli efetti del sulforafano sulle cellule dei vasi sanguigni di pazienti diabetici, scoprendo che esso riduceva del 73% iradicali liberi a contenuto di ossigeno, i cosiddetti “Ros” (Reacting Oxygen Species), e che attivava una proteina, la Nrf2, capace di proteggere le arterie dalla formazione di placche.

 I germogli di broccoli sono indicati per proteggere il fegato da tossine e risultano essere efcaci nell’epatopatia da farmaci. Perla loro proprietà antiossidante, sono indicati nella prevenzione delle malattie degenerative e,recentemente, ne è stata dimostrata l’efficacia nelle patologie oculari. Sono inoltre protettivi nei confronti di alcune forme tumorali.

  Altri elementi contenuti nei broccoli sono: • indolo-3-carbinolo: efetto benefco nelle forme tumorali; • carotenoidi: importanti per la salute degli occhi; • kempferolo: favonoide ad azione antinfammatoria, capace di proteggere contro le malattie cardiache, cancro e allergie; • quercetina: favonoide ad azione antiossidante utile a ridurre la pressione sanguigna.

 I broccoli contengono gli isotiocianati con proprietà capaci di ridurre lo stress ossidativo, l’infammazione e la capacità di crescita delle cellule tumorali e stimolare il sistema immunitario, tra questi il sulforafano è l’isotiocianato maggiormente presente nei broccoli. La zeaxantina e la luteina aiutano a proteggere gli occhi, inoltre contengono il beta carotene che viene convertito in vitamina A utile per il benessere visivo.

 Le sostanze presenti nel broccolo si legano agli acidi biliari nell’intestino e ne aumenterebbero la loro escrezione, ciò conduce a sintesi di nuovi acidi biliari dal colesterolo ,riducendo in questo modo il livello totale di colesterolo nel nostro organismo.

 AIUTA A CONTROLLARE I LIVELLI GLICEMICI

 Gli alimenti ricchi di fibre ma poveri di calorie come il broccolo sono utili nel regolare i livelli glicemici , in particolare è sempre il sulforafano che sembra sia in grado di riparare i danni causati dall’iperglicemia all’apparato cardiovascolare. Lo dimostra uno studio del 2008 pubblicato su Diabetes che avrebbe scoperto come il sulforafano sarebbe in grado di ridurre del 73% i radicali liberi e che attiverebbe una proteina, la NRF2, capace di proteggere le arterie dalla formazione delle placche aterosclerotiche I Broccoli contengono anche i goitrogeni, sostanze che, interferendo con il metabolismo dello iodio, possono inibire l’attività della tiroide rallentando la produzione di ormoni.

 ATTENZIONE ALLE INTERAZIONI CON I FARMACI

Importante da considerare è che negli utilizzatori di anticoagulanti si dovrebbe valutare attentamente la quantità di broccoli da assumere poiché la vitamina K presente nel broccolo può interagire con l’azione del farmaco anticoagulante.

Da sottolineare invece, come l’interazione tra i NAO, farmaci anticoagulanti di nuova generazione, l’interazione con gli alimenti sia pressoché nulla.